top of page

Da Hong Kong al Kenya. Un'esperienza memorabile

Clara Lee Ching Wah

Ciao Milonga,

Sono Clara da Hong Kong. Sono tornata a Hong Kong e in qualche modo non riesco ancora a credere di aver avuto questa esperienza in Kenya. È stato come un sogno già realizzato.

Prima del mio viaggio, ero molto preoccupata per diversi aspetti, soprattutto perché era la mia prima volta in Africa. Un sacco di incertezze sono apparse anche prima del volo. Perciò non mi sono fissata su tanti obiettivi da raggiungere, ma avere invece un cuore aperto ad accogliere tutto ciò che mi sarebbe presentato.


Un amico, Venant, è venuto a prendermi. Era la nuova persona di contatto per Milonga in Kenya. Era gentile e bravo a comunicare. Così, ogni volta che avevo problemi, era sempre disponibile ad aiutarmi. Arrivando in Kenya, il clima sembrava FREDDO. Ero così sorpresa. Questo ha fatto crollare uno degli stereotipi che avevo dell'Africa. Inoltre, ho visto che Kenya è, in realtà, abbastanza sviluppato. È composto da luoghi molto moderni, ma naturalmente anche da tanti posti che sono ancora in povertà.

Le persone della Mariapoli Piero sono state molto gentili e accoglienti. Poiché all'inizio ero sempre da sola a casa, passavano sempre a trovarmi. Ho apprezzato molto questo gesto.

I miei servizi si sono svolti principalmente in due scuole. Una all'interno di Piero, la Rainbow School. Lavoravo in un asilo con circa 24 bambini. È stata un'esperienza molto bella stare con loro e anche con gli insegnanti. Ho anche scoperto il mio talento nascosto di disegnare. Il secondo posto in cui ho prestato servizio è stato a Mathare, nella favela. Una scuola chiamata Magnificate Project. Lavoravo 2 giorni a settimana e aiutavo gli insegnanti soprattutto nella preparazione di esercizi e compiti. Ho imparato molto in questa scuola e anche dai bambini. Non hanno nulla, ma un cuore puro, gioioso e semplice.

Alla fine dell'esperienza, ho fatto una piccola raccolta di fondi per il Magnificate Project. Ho raccolto più di 2000 euro di donazioni da Hong Kong e ho comprato articoli di cancelleria per tutta la scuola e per gli studenti. È stata un'esperienza molto bella per me e anche per la scuola.


Certo, ci sono stati momenti molto difficili in cui mi sembrava impossibile andare avanti, ma penso che sono riuscita a superarli perché ogni volta che vedevo i bambini mi dicevo che andava tutto bene, che valeva la pena farlo per loro.

In generale, ringrazio il Progetto Milonga per avermi dato questa opportunità, di fare una esperienza così speciale, significativa e memorabile della mia vita. So che è impossibile cambiarmi immediatamente dopo questa esperienza, ma sono sicura che in qualche modo mi ha cambiato la mentalità o l'atteggiamento verso la vita, di saper ringraziare e apprezzare quello che ho adesso . "La felicità è semplice, ma non è un obbligo".


27 visualizzazioni0 commenti

Commentaires


bottom of page