milONGa ha confermato la mia vocazione

 
Jennifer-Perú

La mia esperienza come volontaria milONGa è stata molto gratificante.

Prima di iscrivermi alla piattaforma non sapevo nulla del programma; ho avuto modo di conoscerlo attraverso una insegnante.

Il pensiero di andare in Brasile mi ha un po’ spaventata, perché è un paese molto più grande del mio. Tuttavia, il mio arrivo è stato così naturale, che non pensavo di dovermi preoccupare di cose come dove sarei rimasto, ecc.

Quando sono arrivata, mi sono sentita a casa, accolta da una famiglia, amata e attesa da tutti. Non mi sono mai sentita una straniera, anzi per me era il posto dove dovevo essere in quel momento.

Immagino che sia così quando si incontrano persone che condividono gli stessi valori e la stessa passione per aiutare chi è nel bisogno.

 

La mia avventura con milONGa è iniziata quando cercavo un programma di volontariato in cui poter lavorare, e l’opportunità di venire in Brasile mi ha molto attratta siccome in quel periodo stavo imparando il portoghese.

Anche se non sapevo molto del Movimento dei Focolari, ho deciso di correre il rischio. Grazie a questo, ho incontrato persone meravigliose e ho avuto una delle più belle esperienze della mia vita. Penso che rifarei tutto da capo.

Quello che mi è piaciuto di più di questa esperienza è stato il fatto che si tratta anche di un volontariato educativo che ha permesso di conoscermi molto meglio.

L’ONG per cui ho lavorato si chiama SMF (Società Movimento dei Focolari); lì ho avuto l’opportunità di lavorare sui processi di gestione e soprattutto nell’ambito della raccolta di fondi.

Sento di aver imparato molto da questa esperienza, sia professionalmente che personalmente.

Ho avuto anche la possibilità di lavorare ad un progetto di raccolta fondi per una delle azioni sociali con i bambini, oltre a sviluppare proposte per l’organizzazione, come per esempio, strumenti di gestione e proposte per la raccolta fondi.

Sono molto grata per il lavoro e la responsabilità che mi è stata data – ho sentito che il mio tempo nel progetto ha generato un impatto – che è stata la ragione per cui ho deciso di fare volontariato.

Ho avuto anche la possibilità di conoscere i progetti sociali dei quartieri “Bairro do Carmo” e “Jardim Margarida”.

Vedere la professionalità e la dedizione che mettono in ogni progetto su cui lavorano con lo scopo di migliorare la qualità della vita delle persone che ne fanno parte mi ha motivata a fare uno sforzo maggiore.

Al giorno d’oggi è molto difficile trovare organizzazioni che generino realmente un impatto a lungo termine sulle comunità; mi sento molto privilegiata per aver collaborato con una di esse.

Questa esperienza ha confermato la mia vocazione e il mio desiderio di lavorare nello sviluppo delle comunità, una vocazione che a un certo punto ha incontrato quella della SMF: parlavamo la stessa lingua! Credo che per questa mia vocazione sia stato molto importante conoscermi meglio e sapere di cosa avessi bisogno per aiutare gli altri.