Manifesto per la pace, l’unità, la concordia e la fraternità universale

 

UNIRedes/New Humanity

Nel settantunesimo anniversario della firma della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, in occasione della celebrazione della Giornata Internazionale dei Diritti dell’Uomo e dell’esortazione lanciata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite “A tutti i popoli del mondo”, vogliamo manifestare – di fronte alla difficile situazione che sta attraversando il nostro continente, per la mancanza di rispetto e la violazione di questi diritti come per l’esistenza di reti di corruzione e criminalità che lo danneggiano – il nostro impegno, come membri di UNIRedes / New Humanity NGO, a:

  • Unirci in una rete continentale disposta a promuovere e creare veri vincoli di collaborazione in grado di contribuire alla costruzione di un mondo più giusto, solidale e impegnato affinché i Diritti Umani non siano solo un’affermazione altruistica ma una realtà vissuta nello spirito della fraternità universale. • Coltivare e diffondere, lì dove siamo, una cultura che susciti, rispetti, protegga e garantisca la piena realizzazione della dignità, della libertà e dei diritti delle persone, lungo tutto il suo ciclo di vita, l´ dove siamo;
  • Lavorare instancabilmente per incoraggiare e diffondere tra il maggior numero di persone presenti nel nostro territorio (paese, stato, provincia, comune, popolo, comunità) una consapevolezza ferma e convinta del valore che, come essere umano, ogni cittadino possiede.
  • Condividere esperienze, buone pratiche, esigenze e talenti, nonché risorse per la formazione dei nostri membri, che ci permetta di rafforzarci a vicenda senza barriere geografiche o linguistiche, in modo tale da sostenere la comprensione che tutti gli esseri umani fanno parte di un’unica famiglia.
  • Dare supporto a tutti coloro che desiderano lavorare insieme per rendere più visibile e concreta nel mondo la giustizia e la fraternità, superando le condizioni indegne a cui sono soggetti molti esseri umani.
  • Creare un’opinione pubblica riguardo a situazioni dannose per i Diritti Umani, per la giustizia, la legalità, la pace, rendendole visibili attraverso le nostre reti e mezzi di comunicazione in tutto il pianeta.

Esortiamo e ci appelliamo pubblicamente alle istituzioni governative, alle varie organizzazioni della società civile e alle persone che sostengono iniziative sociali e di cittadinanza, affinché uniamo e condividiamo gli sforzi per contribuire alla costruzione di un mondo in cui i diritti intrinsechi di ogni persona non siano violati, ma piuttosto protetti e garantiti pienamente.

Data la grave situazione che stiamo attraversando, di fronte ad un continente in fiamme a causa di esplosioni sociali di diverso tipo, desideriamo anche esprimere la nostra vicinanza a ciascuno dei nostri fratelli latinoamericani che stanno soffrendo per cause sociali, economiche o politiche di ogni tipo, per l’attuazione di politiche che spesso non rispondono ai grandi bisogni della maggioranza della popolazione e soprattutto delle persone emarginate nella società o che sono considerate parte di una cultura dello scarto.

La nostra solidarietà va a coloro che sono con noi, ma anche a quelli che non vedremo mai, a coloro che sono d’accordo con le nostre idee ed anche a quanti ne differiscono. Questo non ci impedisce di dichiarare che il confronto e la violenza, anche se possono trovare le loro giustificazioni, mai potranno risolvere i problemi. Solo il dialogo, l’accoglienza incondizionata dell’altro nei suoi desideri e dolori, facendoli nostri, al di là delle varie differenze (idee, etnie, età, genere, capacità intellettuali e tecniche, ecc.), rappresenta l’unico cammino per trovare armonia, pace e il pieno sviluppo di ogni persona, come un essere in relazione con i propri fratelli che appartengono alla grande famiglia umana.

In conclusione, come UNIRedes/New Humanity NGO ci impegniamo ad essere un canale di unità del genere umano, costruendo con il nostro sforzo quotidiano una società più fraterna e solidale, cominciando dal ‘metro quadrato’ in cui siamo chiamati a vivere nel momento presente, con la consapevolezza che ogni frammento contribuisce a costruire l’enorme mosaico di luce e di speranza che deve essere la Nuova Umanità unita come una grande famiglia.