Bolivia – un paese pieno di natura bellissima e diversità cultural

 

Mi chiamo Anja e ho 25 anni. L’estate scorsa ho cercato una nuova esperienza. Insieme a Milonga sono andata in Sud America.

 

Il mio soggiorno di 4 settimane a Santa Cruz fu fantastico. Dopo un volo di 15 ore da Monaco a Santa Cruz sono arrivata all’aeroporto di Santa Cruz. Ero stanca e piena di pensieri – cosa accadrà, come sarà la famiglia, come potrò aiutare?

José, il padre di famiglia, mi ha accolto all’aeroporto e tutti i miei pensieri sono stati lontani per un momento. Siamo andati insieme alla casa della mia famiglia ospitante e tutti i membri della famiglia erano così cordiali e aperti. Così ho avuto un ottimo inizio a Santa Cruz.

 

La prima settimana è stata un po ‘impegnativa per me, perché il mio spagnolo non era così perfetto come speravo , ma la famiglia mi ha insegnato e mi ha aiutato in ogni situazione che non capivo. Ho praticato molto e il mio spagnolo è andato sempre meglio.

Durante il mio soggiorno a Santa Cruz ho lavorato in un asilo vicino alla casa di famiglia. L’asilo fu costruito dal movimento (focolare). È stato così impressionante da vedere. Reina, la madre della mia famiglia ospitante, è la direttice dell’asilo. È davvero un grande progetto.

Nell’asilo i gruppi di bambini sono così grandi. In un gruppo hanno tra 20-30 bambini. I primi giorni è stato davvero difficile da capire con tutti i bambini, ma è stata una bella esperienza ei bambini sono pieni di amore e hanno cercato la vicinanza. Tutti i giorni mi hanno accolta con un forte “Anja” e anche quando ero in un altro gruppo, tutti i bambini mi chiedevano quando tornarebbe al loro gruppo. È stato impressionante vedere che per i bambini è uguale  da dove vieni o di che colore hai la pelle.

 

I bambini adorabvano il fatto che non gli assomigliavo. Amavano la mia pelle bianca e mi chiedevano ogni giorno da dove vengo, mi chiedevano della mia famiglia. Erano molto interessati a me e alla mia vita. È stato così toccante vedere come le persone possono avere un cuore aperto per altri da diversi continenti e paesi.

E ‘stato davvero un bel periodo a Santa Cruz e anche a Cochabamba, dove sono stata solo per 4 giorni, per visitare le altre volontarie dall’Italia (Chiara, Cecilia e Monica).

È stato molto forte e triste salutare tutti  il mio ultimo giorno a Santa Cruz. Ho imparato tante cose sulle diverse culture, ad apprezzare molte cose in Germania, ad essere felice con le cose semplici e a godermi ogni momento.

 

Ogni giorno dopo il mio lavoro all’asilo ero stanca, ma volevo anche stare con la famiglia che mi acoglieva e giocare con i loro bambini, per quello ho deciso di restare ogni giorno con loro. Volevo godermi i momenti con loro, perché forse questa sarebbe stata l‘unica volta nella mia vita in cui abiteró con un’altra famiglia, ed è stata la migliore decizione che potessi fare.

È stato anche impressionante per me vedere le poche cose di cui i bambini hanno bisogno per giocare. I nipoti di Reina e José, per esempio, giocavano ogni giorno con il marmo e non avevano bisogno di altro.

Dopo il mio soggiorno di 4 settimane a Santa Cruz ho fatto un giro per la Bolivia ed è stato un regalo per me vedere una natura così bella, incontrare persone diverse e interessanti e mangiare un sacco di buonissimo cibo. Mi è piaciuto molto il mio tempo in Bolivia. Ogni volta che avrò la possibilità di tornare – lo farò di sicuro!